top of page

ORAZIONE

Rubrica: Do you speak Ecclesiastico?

in collaborazione con la Cappellania della Pontificia Università Gregoriana


La parola di oggi: orazione

La parola deriva dal latino oratio -onis, che significava “discorso” nel latino classico e “preghiera” nel latino degli scrittori cristiani. In italiano il primo significato più generale si trova ormai solo in alcune locuzioni, come ad esempio “orazione funebre” o “orazione solenne”; è rimasto invece l’uso del termine come sinonimo meno comune di “preghiera”.


Si pronuncia "oraziòne”


Proverbi ed espressioni idiomatiche: è celebre il motto “ora, (lege) et labora” per sottolineare l’importanza del lavoro manuale accanto allo studio e alla contemplazione. Generalmente associato alla Regola benedettina, è passato poi a caratterizzare tutto il monachesimo occidentale. In effetti, in Europa dal Medioevo in poi è stato notevole e determinante il contributo dei monaci nel copiare e tramandare opere letterarie, preservare opere d’arte e sviluppare agricoltura e artigianato dei vari territori.


Curiosità linguistica:

Nel passaggio dal latino all’italiano possiamo osservare alcuni fenomeni ricorrenti. La parola di oggi ci aiuta a ricordare due mutamenti fonetici, ovvero riguardante i suoni, che hanno interessato le consonanti. Il primo è il passaggio del nesso /ti/ nelle parole del latino classico a /zi/ in italiano: oltre all’esempio oratione > orazione osserviamo iustitia > giustizia, vitium > vizio, amicitiam > amicizia. Il secondo è la trasformazione in /v/ della /b/ latina posizionata tra due vocali: così abbiamo le trasformazioni labora > lavora, habere > avere, scribere > scrivere, tabula > tavola


Per riflettere:

Meditiamo questa settimana su una delle più celebri e antiche raffigurazioni del cristiano in preghiera, dalle catacombe di Priscilla:



Per approfondire: suggeriamo un classico pubblicato anni fa dalle edizioni della Comunità di Bose, Matta El Meskin (2000). Consigli per la preghiera. Qiqajon.


Post recenti

Mostra tutti

Comentarios


bottom of page